CASTELLO DEL TREBBIO : TOUR TRA STORIA E VINO + ESPERIENZA MASTERCHEF 7/8 novembre

In Toscana, nel cuore del Chianti Rufina, sorge il Castello del Trebbio, un'azienda vitivinicola e agricola Biointegrale®, che racconta una storia di dedizione e rispetto del territorio.

Tutta la produzione è caratterizzata dall'utilizzo di una filosofia Biointegrale®: in vigna si opera sempre nel rispetto dell'ambiente per garantire un'elevata qualità, e in cantina, alle più tradizionali metodologie di vinificazione e affinamento, si affiancano antiche tecniche come l'utilizzo di anfore in terracotta.

 

" Se dovessi definire le mie parole chiave parlerei di terra, radici, di cura e d rispetto, di passione, di mani e di cuore, di lavoro, di valorizzazione dell'ambiente e del territorio, di biodinamica. Di sfida, di coraggio, di lbertà." Stefano Casadei Stefano Casadei, proprietario e Direttore Tecnico.

 

Castello del Trebbio - 350 ettari di splendida tenuta, una grande passione familiare per il territorio e l’enologia, un maniero che nel 1478 è stato il teatro della famosa “Congiura de’ Pazzi” contro la famiglia de’ Medici. Tra le etichette proposte, il Chianti Rufina Castello del Trebbio, il Rosso della Congiura e il Pazzesco, per un totale di 350.000 bottiglie l’anno.

 

PROGRAMMA

1° GIORNO Arrivo nel primo pomeriggio al Castello,check in e sistemazione nelle case coloniche immerse nel verde della campagna toscana. Si tratta di cottage dalla tipica architettura rirale con pietre a vista, ristrutturata sexondo in principi Biointegrali di eco-sostenibilità e risparmio energico. A seguire , una visita alla cantina storica con degustazione itinerante di tre vini accompagnata da stuzzichini di produzione locale. Tempo libero per una passeggiata alla scoperta della Tenuta.  Nel 1968, la famiglia Baj Macario acquistò il Castello e i terreni circostanti trasformando una testimonianza della storia nella fiorente azienda vitivinicola e agrituristica che è oggi. Se è vero che sono le persone a fare la differenza, negli ultimi trent’anni, Anna Baj Macario e il marito Stefano Casadei sicuramente l’hanno fatta per il Castello del Trebbio. Avevano dei sogni che hanno trasformato in progetti che oggi iniziano a prendere forma sotto il nome di DCasadei, gruppo aziendale che opera secondo principi di sostenibilitàBiointegrale® di cui anche il Castello del Trebbio fa parte assieme alle altre tenute del gruppo, Olianas e Casadei. Insieme hanno saputo costruire una realtà autentica, genuina, che, dalla produzione vitivinicola e olivicola di partenza, ha ampliato la propria offerta con una linea alimentareI Puri e con una linea cosmetica I NaturaliL’azienda esprime la sua eccellenza nella produzione del Chianti Rufina DOCG ‒ massima espressione del territorio ‒ e dell’Olio Extra Vergine di OlivaOggi, al Castello del Trebbio, la filiera dei prodotti è interna all’azienda, che lavora nel pieno rispetto della natura, utilizzando pratiche Biointegrali®. Un progetto sostenibile che opera in campo agricolo attraverso l’utilizzo di pratiche biodinamiche, in campo energetico attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili e in campo architettonico con il recupero conservativo degli immobili. A seguire cena presso il ristorante La Sosta del Gusto , ricavato da un edificio medievale adiacente al Castello del Trebbio. Le caratteristiche volte a botte avvolgono tutto in un’atmosferica senza eguali. La terrazza esterna si affaccia sulla vallata incontaminata dove la natura fa da padrona. Il risultato è piacevole ed elegante, cornice ideale per una serata in pieno relax. Una sinfonia di profumi e sapori che stuzzicano le papille: è il menu del Ristorante, che dal 2006 offre tutti i prodotti di qualità del nostro territorio. Vini, olio extravergine di oliva, zafferano, farro e grani originari® sono solo alcuni dei prodotti forniti dal Castello del Trebbio. Il risultato? Sapori mai banali e genuini. Pernottamento.

 

 

2° GIORNO

Dopo la colazione, ci muoveremo nella campagna fiorntina alla volta della FATTORIA LAVACCHIO, la "Fattoria...come una volta". La storia della Fattoria risale al 1700 quando la nobile famiglia fiorentina Peruzzi la edifico'. Nel 1800 passo' ai marchesi Strozzi Sacrati di Mantova ed infine, nel 1978, fu acquistata da una famiglia di origine genovese , i Lottero, da sempre amanti della Toscana. Da allora hanno intrapreso una completa opera di ristrutturazione dell'azienda consentendone il rilancio produttivo, preservando le migliori tradizioni di azienda agricola vocata alla coltivaziobe e produzione biologica del vino e dell'olio. Nel parco della casa padronale si trova un secolare cedro del Libano di lotre 250 anni, diventato il simblolo della Fattoria che è un luogo ricco di tradizioni e biodiversità dove si producono vino, olio, frutta, verdura. salami, tartufi e ceramiche. L'azienda, estesa su 110 ettari dei quali 21 destinat a vigneti, è certificata Biologica ed ha ottenuto Certificazione della gestione di Qualità ISO 9001:2008. Filosofia dell'azienda "Il rispetto delle antiche tradizioni e degli equilibri naturali per una gestione sostenibile."

Inizieremo con  una passeggiata tra i vigneti ed una breve introduzione sulla storia della Fattoria, la villa Strozzi e il suo simbolo, un cedro del LIbano appunto. Proseguiremo con alcune nozioni di viticoltura e la scelta dell'azienda di conversione al biologico, tecniche di fermentazione e le fasi di trasformazione dall'uva in vino. Infine, scorpiremo le cantine dove in botti e barriques di pregiato rovere francese vengono affinati i vini. Seguiirà una degustazione di 3 calici di vino bilogico a bassa solforosa, accompagnati da formaggi e salumi del luogo. Effettueremo il pranzo presso il Ristorante Biologico "Mulino a Vento", luogo conosciuto ed apprezzato fin dagli anni quaranta. Si trova a pochi metri dal Mulino a Vento di Monterifrassine, manufatto di epoca granducale, completamente restaurato e funzionante.

Dopo pranzo tempo per una visita dell'unico Mulino a Vento funzionante in Italia, ristrutturato per produrre farina biologica ed una sensazione unica di un ritorno al passato di oltre 2 secoli e una passeggiata nell'oliveta o nel bosco  di 9 ettari dove è presente una tartufaia. Al termine , rientro ai luoghi di partenza. 

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 190,00 EURO 

 

LA QUOTA COMPRENDE :

PERNOTTAMENTO IN CASA COLONICA CON BAGNO PRIVATO E COLAZIONE 

VISITA DELLE CANTINE STORICHE DEL CASTELLO + DEGUSTAZIONE 3 CALICI con TAGLIERI

CENA PRESSO IL RISTORANTE DEL CASTELLO LA SOSTA DEL GUSTO

VISITA DELL'AZIENDA AGRICOLA FATTORIA LAVACCHIO (AZIENDA e CANTINE e MULINO)

DEGUSTAZIONE 3 CALICI con TAGLIERI

PRANZO IN AGRITURISMO  BIOLOGICO "IL VECCHIO MULINO" 

ASSICURAZIONE

 

 

ESPERIENZA DA FARE IN  CASTELLO  E POTENZIAMENTO DEGUSTAZIONE

 

ESPERIENZA MASTERCHEF : UN PERCORSO GUIDATO ALLA SCOPERTA DELLE CANTINE DEL CASTELLO E DEI SUOI VINI ABBINATO AD UN CORSO DI CUCINA "PASTA MON AMOUR"

Adatto a chi, oltre ad amare il vino, vuole provare un'esperienza di cucina tipicamente italiana. Una degustazione itinerante di tre vini con visita guidata all'interno della suggestiva cantina, vi svelerà la storia  del castello e e quella dei suoi vini per poi proseguire in cucina. Lì,  vi cimentererte nel fare la pasta fatta a mano in compagnia di un chef. A coronamento del corso,cena nella suggestiva cornice del Castello.

VISITA ALLA CANTINA STORICA

DEGUSTAZIONE DI 3 VINI

CORSO DI CUCINA PASTA FATTA IN CASA

 

TOUR ROYAL : UN VIAGGIO TRA STORIA E VINO CHE LASCERà SENZA FIATO

Un percorso a 360° dedicato ai veri appassionati. Visiterete le storiche e suggestive cantine dove vengono affinati i vini. Verrete accompagnati alla scoperta dei saloni medievali del castello, oggi residenza pivata, e vedrete i luoghi dove fù ordita la congiura de' Pazzi. A conclusione della visita verrete guidati in una degustazione di cinque vini espressione del territorio, imparandone le tecniche di assaggio, accompagnata da una selezione di prodotti Biointegrali.

VISITA ALLA CANTINA STORICA

VISITA AI SALONI PRIVATI DEL CASTELLO

DEGUSTAZIONE DI 5 VINI ( Spumante Metodo Classico, Pazzino IGT, Lastricato Chianti Rufina Riserva DOCG, Pazzesco IGT, Vin Santo DOC)

SELEZIONE DI ASSAGGI TIPICI LOCALI

 

 

I VINI DEL CASTELLO DEL TREBBIO

I vini del Castello del Trebbio sono l’espressione di due anime: la grande tradizione e l’innovazione.

Parallelamente alle storiche varietà, primi fra tutti il Sangiovese e il Trebbiano, l’evoluzione dell’enologia e della viticoltura ha evidenziato quanto proprio la sottozona del Chianti Rufina, grazie ai microclimi attuali, sia territorio molto valido anche per vitigni quali Merlot e Syrah.

Tutta la nostra produzione è caratterizzata dall’utilizzo di pratiche Biointegrali®: in vigna si opera sempre nel pieno rispetto dell’ambiente per garantire l’elevata qualità, e in cantina, alle più tradizionali metodologie di vinificazione e affinamento, abbiamo affiancato antiche tecniche come l’utilizzo di anfore in terracotta.

L’anfora in terracotta affonda le proprie radici nell’antichità, e il suo utilizzo, nelle fasi di fermentazione e/o affinamento, contribuisce in modo fondamentale alla caratterizzazione dei vini, amplificando le peculiarità di ciascun terroir, varietà e annata.

CHIANTI SUPERIORE (DOCG ) La semplice bontà del Sangiovese da degustare tutti i giorni con chi vuoi

LASTRICATO DOCG (Chianti Rufina Superiore ) Un territorio, il Chinati Rufina. UNa varietà, il Sangiovese.  Un vigneto unico. Custodito 3 anni nel caveaux del Castello.

CONGIURA (IGT Toscana Bianco) Il bianco che non ti aspetti. Riesling, Pinot Grigio e Manzoni bianco : un sapiente blend per un vino elegante e complesso.

DE PAZZI (IGT Toscana Rosso) Merlot e Syrah affiancano il Sangiovese, protagonista assoluto del territorio.

PAZZESCO (IGT Toscana Rosso) Dalla selezione maniacale di ogni chicco e da un paziente affinamento in legno nasce il Pazzesco : pereftto connubio fra Merlot e Syrah.

SPUMANTE METODO CLASSICO fresco e vibrante, dal gusto essenziae : Trebbiano e Chardonnay.

VIN SANTO (Vin Santo del Chianti DOC) Dall'incontro di Trebbiano e Malvasia un equilbrio tra dolcezza e freschezza.

GRAPPA

 

 

I VINI DELLA FATTORIA LAVACCHIO 

La gamma dei vini prodotti ha come comune denominatore un elevato livello qualitativo, una spiccata personalità e un totale rispetto delle regolamentazione biologiche. Tutti i vini sono ottenuti da fermentazione spontanea, cioè senza lieviti aggiunti, e cotengono mediamente un terzo dei solfiti ammessi per legge.

PURO PéT-NAT-SENZA SOLFITI (Bianco I.G.T. Toscana Frizzante) 100% Trebbiano , è un vino a rifermentazione naturale sui lieviti in bottiglia.

PURO SENZA SOLFITI (Chianti D.O.C.G.)100% Sangiovese, un esercizio di equilibrismo prodotto senza aggiunta di solfiti, lieviti e tannini. La solforosa cme antiossiodante e antibatterico viene sostituitta con mezzi fisici e non chimici, come le basse temperature di conservazione, la maggior etsrazione di antociani e polifenoli. RISERVA (barrique 12 mesi)

PACHAR (Bianco I.G.T. Toscana) 70% Chardonnay, 20% Viognier, 10% Sauvignon Blanc

FONTEGALLI, (Rosso I.G.T. Toscana)  60% Merlot, 40% Syrah. Fontegalli è la sorgente da cui l'azienda effettua approvgionamento idrico. Come l'acqua, fonte essenziale di vita ed elemento di qualtà assoluta, questo vino rappresenta la ricerca della purezza e della qualità senza compromessi. Vino di eleganza ed intensità.

CEDRO (Chianti Rufina D.O.C.G.) 90% Sangiovese, 5% Canaiolo, 5% Ciliegiolo  un vino di grande personalita' RISERVA (6 mesi )

LUDIé (Chianti Rufina D.O.C.G. Vecchie Viti) 100% Sangiovese, impianti nel 1963, dedicato ai veri estimatori di Chianti Rufina. Etichetta in velluto traforato.

ORO DEL CEDRO (Bianco I.G.T. Toscana) Vendemmia tardiva di 100% Traminer Aromatico, vigneto posto a 400 met di altitudine, molto ventilato e caratterizzato da grandi sbalzi termici notturni.

VINSANTO RISERVA (Vinsanto del Chianti Rufina D.O.C.) 50% Trebbiano, 50% Malvasia

GRAPPA (Grappa del Chianti Rufina) 100% Sangiovese

 

 

Condividi sui social network